Come imbiancare velocemente

Con la primavera arriva anche la voglia di rinnovare la casa; dopo le pulizie di Pasqua, tradizionali in tutte le case italiane, si prosegue con l’imbiancatura delle pareti. Parliamo di imbiancatura anche se, in realtà, le case si rinnovano con i colori più di moda, cambiamenti che portano a case più personalizzate, magari anche con nuovi arredamenti che richiedono anche nuovi accostamenti.

Ecco, allora, che si pensa a combinare pareti bianche accostandole a tonalità del blu, di gran moda anche nell’arredamento moderno e a creare ambienti di Design, semplicemente giocando sui colori e sui contrasti. Ci sono persone che dipingono con grande piacere le pareti di casa, altre che lo fanno per necessità ma vivendo questo lavoro come una grande seccatura, un peso, altre ancora proprio non sanno da che parte partire, non se la sentono proprio di prendere in mano pennello e rullo e si affidano all’opera di professionisti che, però, costa parecchio. A favore di chi si accinge a realizzare personalmente, volente o nolente, le pittura delle pareti di caso, vogliamo dare alcuni consigli.

Di fondamentale importanza è la scelta della pittura: di base bisognerebbe sempre scegliere una idropittura, resistente e che garantisce ottimi risultati anche a persone che non sono propriamente esperte in questo lavoro.

Negli ambienti umidi sarebbe opportuno utilizzare speciali vernici antimuffa in quanto in tali ambienti, pensiamo ad esempio al bagno e all’angolo cottura, si sviluppano vapori che si depositano sulle pareti umidificandole e rendendole l’ambiente ideale per lo sviluppo di muffe, nocive per la salute. Molte pitture di scarsa qualità rendono il risultato piuttosto discutibile, questo non dipende dalla capacità di chi sta pitturando ma dal potere coprente della pittura stessa.

Oggi esistono pitture altamente coprenti che consentono di passare anche una sola mano di vernice ottenendo un risultato eccellente e con basso gocciolamento in modo da evitare un grande lavoro di risistemazione successivo ma tra le ultime novità anche particolari vernici ad asciugatura rapida, anche in una sola ora, permettendo di stendere la seconda mano praticamente appena terminata la prima, un  notevole risparmio di tempo; con queste pitture evitando l’attesa dell’asciugatura della prima mano, si riesce a terminare il lavoro di pittura delle pareti anche in una sola giornata.

Risparmiare tempo

Sebbene le ultime novità sulle pitture consentano un notevole risparmio di tempo, puoi velocizzare ulteriormente il lavoro faticando anche di meno con una buona organizzazione rispetto alla quale ti diamo di seguito alcuni consigli. Certamente chi ha già una certa manualità e pratica con questo lavoro è avvantaggiato ma anche chi si accinge ad affrontare per la prima volta la pittura delle pareti può ottenere ottimi risultati con il minimo di fatica. Segui questi consigli, pochi, semplici ma importanti:

  • Ragiona bene prima di iniziare il lavoro, fai una programmazione e identifica tutto il materiale che ti serve. Trovarti nel bel mezzo del lavoro e accorgerti che ti manca qualcosa rappresenta una perdita tremenda di tempo.
  • Fai un calcolo della superficie da pitturare e acquista la pittura nella corretta quantità; su ogni pittura è indicata la resa in termini di Litri al Metro quadro. Non rischiare di restare senza pittura prima di aver terminato tutto ma evita anche di acquistare pittura in eccesso buttando via il tuo denaro.
  • Prima di iniziare il lavoro stendi teli coprenti per evitare un gravoso lavoro di pulizia successivo; rivesti con nastro di carta ogni cosa che rischia di sporcarsi di pittura costringendoti a perdere tempo successivo per la risistemazione.
  • Inizia il lavoro di tinteggiatura partendo da soffitto, gli angoli tra le pareti, i contorni e la parte di muro dietro ai termosifoni; questo sono i lavori che ti impegnano di più, una volta fatti il resto sarà un gioco.

Fai diventare il lavoro di tinteggiatura un lavoro di squadra di tutta la famiglia, coinvolgi anche i figli e questo diventerà una festa e un momento educativo per i figli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *